lunedì 11 marzo 2013

L'azienda agricola

Quando ero bambina andavo spesso con mia madre a comprare frutta e verdura direttamente dal contadino. Una "tradizione" che cerco di rispettare tuttora, specialmente in primavera e in estate, quando ci sono i frutti che amo di più come le fragole, le ciliegie e le pesche. Detesto invece i cavolfiori, ma li ho voluti inserire nella "mia" azienda agricola proprio in omaggio a mia madre (che al contrario di me li adora), che insieme ai tanti valori che mi ha trasmesso, mi ha inculcato anche quello del valore del cibo naturale.



Dopo aver trattato la tegola - che è in legno - con cartavetrata e primer, ho applicato la porta e le finestre ricavati da un foglio di carta per découpage. A differenza di altre volte ho incollato le immagini prima di dipingere la tegola perché, avendo usato un colore molto accesso come fondo di pittura, non volevo che dalle parti più chiare che costituiscono i vetri delle finestre trasparisse il colore di fondo.
Una volta che i ritagli si sono asciugati ho dipinto la superficie della tegola con l'acrilico Rosa Scuro diluito con Bianco Titanio.
Negli spazi che rimanevano "liberi" e attorno alle finestre e alla porta ho steso un po' di stucco con una spatola per creare un effetto intonaco e, una volta che si è asciugato, ho picchiettato un po' di colore Rosa Scuro per staccare le parti in rilevo dal fondo, creando così una parvenza di muro invecchiato, stando attenta a non andare sui ritagli per non sporcarli di colore.
Sotto alle finestre ho applicato i davanzali fatti con argilla color terracotta e in alcuni punti della tegola ho attaccato dei piccoli mattoncini e le tegoline fatti anch'essi a mano con l'argilla.
Per la pedana ho usato un cartone telato ovale, che ho prima dipinto con colori acrilici Verde foglia ai lati e Cappuccino al centro, per creare lo spazio del vialetto d'accesso e ho poi ricoperto con argilla bianca, che avevo precedentemente fatto asciugare per circa 48 ore e successivamente frantumata in piccoli pezzi, per ricreare i sassolini del vialetto - lasciati del colore naturale dell'argilla - e la parte di orto sulla sinistra. Per dare l'idea della terra ho dipinto grossolanamente i pezzetti di creta con l'acrilico Testa di Moro. Sulla parte sinistra invece ho sparso dei pezzetti di pasta mais in diverse tonalità di verde, per dare l'idea del prato erboso.
Il tavolino su cui sono appoggiate le verdurine e i frutti è in pasta mais, così come sono in pasta di mais le miniature di frutta e verdura e i vasetti coi fiori sui davanzali. Il tutto fatto a mano. Per finire il lavoro ho applicato qua e là - anche sui mattoncini della tegola - dei ciuffetti di muschio sintetico e la scopa, il rastrello, la recinzione e il cappello di paglia appeso alla porta (prodotti di Stamperia della linea "Accessori per tegole")

Altezza della tegola, base compresa: 31 cm
Dimensioni massime della base: lunghezza 24 cm, larghezza 18 cm
(non disponibile)

Per vedere le foto nelle dimensioni originali, cliccate sulle singole foto.

2 commenti:

  1. Bellissima, mi piace tantissimo :)

    RispondiElimina
  2. Grazie! Detto da te che crei davvero dei capolavori, mi fa doppiamente piacere :)

    RispondiElimina

Parole appoggiate qui